Gnocchi al sugo - vivirvegan

Gnocchi al sugo

gnocchi vivirveganNon immaginate quanto ami questo piatto! Regalami un piatto di gnocchi al sugo ed io sono l’uomo più felice di questa terra. Sono giorni che lavoro intensamente ad un progetto oggi diventato realtà. Un nuovo ristorante a Torino, vegano e crudista. Inizia così il mio 2016, con un regalo nel cassetto. Vuoi gestire un ristorante? Detto fatto, e così dal giorno del mio compleanno, il 24 gennaio, sono qui: presso L’Orto già Salsamentario in Via Monferrato 14 a Torino. Chiamo mia Madre e le racconto tutto. Sono così emozionato che mi sento un bambino, che male c’è penso e sorrido. La vita è  questa credo, vivere appieno la gioia che hai nel cuore e poi tutto accade. Oggi bisogna festeggiare, vi aspetto per pranzo risponde mia Madre. Ed ecco il mio regalo più grande: vivervi felici! Dall’ufficio ad un ristorante, dalle riunioni alle pentole in cucina. Cosa mi manca?  Viaggiare, ma tornerà presto anche questo, amo visitare il Mondo. Come festeggiamo le chiedo? Con il tuo piatto preferito: gnocchi ! Detto fatto, a tavola. Avere una Mamma così speciale credo sia un gran regalo e bisogna rendere grazie alla vita ogni giorno penso. Vivo così, contento dei miei doni e felice di farne, anche a tavola con i miei piatti, perchè no! Ecco la mia scelta di vita: dedicarmi alla cucina sana. Oggi Patate e farina. Grazie Mamma Salvina, anche oggi mi hai reso felice 🙂

Ingredienti per 4 persone
1 kg di patate a pasta gialla
300 g di farina 0
Olio extra vergine di oliva
sale marino integrale

Per la salsa
una cipolla media
una carota
un gambo di sedano
rosmarino fresco
una confezione di salsa di pomodoro
olio extravergine di oliva

Preparazione : Lavate e tagliate finemente carota, cipolla e sedano. Scaldate dell’olio evo in una padella antiaderente, imbiondite il mix preparato e versate la salsa insieme ad un rametto di rosmarino fresco. Abbassate la fiamma, un pizzico di sale e lasciate cuocere per circa 20 minuti.
Lavate le patate e fatele bollire in abbondante acqua salata fino a quando non saranno cotte al dente (dal momento dell’ebollizione dell’acqua occorrono ca. 25 minuti per la cottura). Scolatele e lasciate raffreddare sotto acqua fredda per alcuni minuti, in modo da bloccarne la cottura. Pelatele e usando un apposito schiacciapatate, schiacciatele ad una ad una in un tegame aggiungendo farina all’impasto.  Lavoratele aggiungendo un filo d’olio con le mani, fino a ottenere un impasto ben compatto. Lasciatelo riposare in frigo alcuni minuti, quindi formate dei rotolini di grandezza a piacere e con una forchetta formate i vostri gnocchi.
Portate ad ebollizione dell’acqua salata, un pizzico di sale grosso, un filo d’olio, quindi immergeteli per pochi minuti (quando saliranno in superficie saranno cotti). Scolateli e versateli nel tegame contenente il sugo. Un pizzico di peperoncino se piace, e saranno un ottimo piatto da leccarsi i baffi, garantito! Buon appetito 🙂

10 thoughts on “Gnocchi al sugo

  1. Sono tanto felice per te, Edu. L’Orto mi ha lasciato senza parole e Ti auguro tanta fortuna. Quanto agli gnocchi, che dire? io li adoro e Dany li venera. ^_^ Grazie per esserci, amico Edu

    1. Grazie Francesca, la tua cara amicizia mi lascia senza parole. Sei sempre stata la mia food-blogger di riferimento negli anni, ed aver cucinato per te, mi ha dato molta energia, grazie! Ora scopro anche che adori gli gnocchi! Wooowww!!! Devo metterli in carta presto… ti avviserò 😛 . Ciao ! Buona serena vita. Eduardo

  2. L’inverno scorso ho avuto modo di conoscerti personalmente cenando al Mezzaluna Bio… dovevo partire x Firenze, e tu avevi dedicato una mezz’oretta a consigliare a me e al mio ragazzo dove andare a mangiare, e a chiacchierare allegramente della scelta vegan e della tua passione x la cucina… ho un gran bel ricordo di quella serata (e di una magnifica raw cake con bacche di goji! )! Non sono mai più riuscita a passare da Mezzaluna, ma ora che mi sono finalmente trasferita a Torino non mancherò certo di fare un salto all’Orto! Buona nuova avventura!!! ☺ Monica

    1. Ciao Monica, trasferita a Torino? Wowww che super notizia! Ti aspetto al L’Orto per augurarti “ben arrivata” ! Mi trovi dal martedì al sabato sera. La domenica solo a pranzo. Ciaooo buona vita. Grazie per il tuo commento prezioso. Eduardo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *