Cavolo che Frullato - vivirvegan

Cavolo che Frullato

A volte e’ cosi incredibile quello che vivo…

avrei voglia di mettere tutto dentro una scatola per conservarne i dettagli e non perdere nulla.

Allora chiudo gli occhi per imprimere ciò’ che da li a poco non vedrò mai più, per poi prendermi cinque minuti quando posso, per ricordare. Rivivere emozioni che non passano inosservate, anche questo mi piace fare da quando viaggio. Come stasera che ho conosciuto una famiglia incredibile a dir poco, Emily ed il suo cane. Vivono insieme da anni, in una casa dispersa nelle praterie newyorkesi facendosi compagnia. Ognuno lavora al proprio hobby, lei pitturando e Gogo facendosi grandi dormite, abbaiando di tanto in tanto a chi sa solo lui, perche’ veramente dove vivono non c’è nessuno, se non distese campagne.  Emily e’ una persona che vive così,  della sua passione: l’arte! Mentre riprendo il mio cammino, dopo chilometri ripenso a loro ed a quella casa vecchia di 100 anni, completamente di legno e scricchiolante da emozionare ogni passo. Se non avessi deciso di vivere in famiglie viaggiando, sicuramente non avrei queste enormi opportunità. E’ stupendo parlare con gente nuova, raccontarsi, magari guardando il sole tramontare ed essere grato per aver vissuto un altro splendido giorno. Come grato sarò sempre a chi mi ha donato la curiosità. Prendo delle foglie di cavolo, zenzero, noci, succo di mele ed in silenzio mi fermo ad assaporare il gusto di viaggiare cucinando. Ha ragione Emily, se non ci provi che senso ha sognare?

Ingredienti:

  • 2 foglie grandi di cavolo riccio
  • 5 noci grandi
  • zenzero
  • 1 pesca
  • 1 bicchiere di succo di mela*
  • ghiaccio

Preparazione:

Lavo bene le foglie di cavolo, eliminando la parte centrale bianca, a volte dura e poco digeribile. Sminuzzo le noci, taglio a pezzi la pesca e pulisco lo zenzero ( ne basta una piccola porzione, poiché spremuto e’ molto concentrato). In un mixer verso tutti gli ingredienti, quindi il succo di mela, il cavolo, la pesca, le noci ed infine il ghiaccio. Con una mini grattugia raccolgo il succo dello zenzero e lo unisco agli ingredienti nel mixer. Quindi frullo fino ad ottenere una buona cremosità e servo fresco in un alto bicchiere, magari accompagnato da una cannuccia come nei veri film americani. 🙂
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di 100% vegatal monday di lacucinadellacapra

13 thoughts on “Cavolo che Frullato

    1. Ciao Feli! questa idea del crudismo mi piace sempre piu’! la trovo molto interessate. Voglio provare a fare anche piatti crudisti, che ne dici lanciamo insieme un contest? 🙂

  1. Ciao grande Edu! Ti leggo felice, seguendoti viaggio un po’ anche io..io che sono quasi crudista perchè non cucino..non mi piace.. ricordo una volta che ho usato la centrifuga, avevo messo un cavolo, bevuto tutto di un fiato, ho vomitato all’istante.. da allora nn ho più usato la centrifiga!
    Certo che vedendo la foto del tuo bicchiere,è molto invitante, mi hai fatto venire voglia di riusarla!
    ..oltre che di viaggiare… ciao!!

    1. ma ciao Ele!!! 🙂 . Che sorpresa leggerti qui! Allora hai provato le foglie di cavolo a merenda? Un brindisi a te che lavori senza tregua per il bene animale… Grazie! buon frullato e buoni sogni aspettando di saperti in viaggio, chissá !!! una carezza a voi tutti! a presto 🙂

    1. troppo buona Erika… grazie per i complimenti, sei veramente gentile, ma non merito tutti i tuoi elogi. Mi diverto cucinando… condividendo che si può vivere anche cosi, senza uccidere nessuno! A presto. 🙂

  2. I was suggested this blog by my cousin. I’m not sure whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my problem.
    You are incredible! Thanks!

    Here is my blog post :: Charter Boat Virgin Islands ()

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *